Progetto KidSmart (2004/2005)

Familiarizzazione informativa nella Scuola dell’Infanzia

 

Il nostro Istituto Omnicomprensivo, nel quale sono presenti tre scuole dell’infanzia: Cascia, Avendita e Monteleone di Spoleto, è stato scelto dalla Fondazione IBM Italia per l’avvio di un progetto, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, denominato KidSmart.
Il progetto ha l’obiettivo di avvicinare i bambini delle scuole dell’infanzia ad una tecnologia facile da usare, in grado di favorire i processi di apprendimento facendo leva sul gioco e sulla creatività. 
I personal computer, donati dalla Fondazione IBM, sono corredati di una speciale tastiera dai tasti grandi e molto sensibili al tocco. 

Gruppo di progetto

  • Prof./ssa Maria Franca Bologni (dirigente scolastico – organizzazione e direzione);
  • prof. Giuseppe Novello (responsabile del progetto e delle infrastrutture multimediali);
  • ins. Maria Luisa Merlini (referente Scuola dell’Infanzia – commissione progetti formativi, docente 1° sezione)
  • ins. Indovina Fraschetti (commissione progetti formativi – docente 2° Sezione)
  • ins. Fiorella Agostinelli (docente 3° Sezione)
  • ins. Rita Giustozzi (docente 1° sezione)
  • ins. Barbara Fraschetti (docente 3° Sezione)
  • ins. Laura Braganti (docente 2° Sezione)

Numero alunni coinvolti: 32 su un totale di 78

Fascia di età: cinque anni

Avvio attività didattica: gennaio 2005

Finalità generali

  • Ampliare l’offerta formativa.
  • Favorire l’apprendimento globale dei canali sensoriali, cognitivi, emotivi, attraverso attività motivanti e stimolare la percezione, l’attenzione e la memoria.
  • Offrire ai bambini uno strumento che li stimoli a progredire nella costruzione del sapere, contribuendo a renderli protagonisti dei loro processi d’apprendimento.
  • Favorire l’integrazione dei bambini portatori di handicap o con particolari situazioni di disagio.
  • Progettare nella scuola materna coinvolgendo trasversalmente tutti campi d’esperienza.

Obiettivi formativi

IL CORPO E IL MOVIMENTO

  • Sviluppare la motricità fine della mano per l’uso del mouse.
  • Sviluppare e affinare le capacità di coordinazione oculo-manuale.
  • Sviluppare la capacità d’orientamento spaziale.

I DISCORSI E LE PAROLE

  • Ascoltare e comprendere le consegne della maestra
  • Analizzare e descrivere immagini e situazioni
  • Ordinare un breve racconto in sequenza
  • Inventare brevi storie e fiabe
  • Favorire la scrittura spontanea di parole

LO SPAZIO, L’ORDINE E LA MISURA

  • Cogliere le relazioni logiche
  • Discriminare forme diverse
  • Riconoscere le relazioni topologiche
  • Orientarsi e ritrovare il percorso in un labirinto
  • Memorizzare i passaggi del computer

LE COSE, IL TEMPO, LA NATURA

  • Sviluppare la capacità visiva, l’attenzione e la concentrazione
  • Mettere in sequenze temporali eventi e storie

MESSAGGI, FORME E MEDIA

  • Colorare, disegnare, con il mouse
  • Favorire un approccio creativo ai software
  • Sollecitare la creatività personale
  • Realizzare semplici libri
  • Espressione grafica pittorica e plastica delle esperienze vissute

IL SÉ E L’ALTRO

  • Favorire la socializzazione e la cooperazione attraverso il lavoro a piccolo gruppo
  • Evitare la fruizione individualistica dello strumento
  • Favorire la comunicazione
  • Rispettare le regole
  • Portare a termine una consegna
  • Stabilire rapporti di corrispondenza con i bambini stranieri

Collegamenti con altri progetti 

  • Continuità dalla scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria (orientamento).
  • Progetti famigliarizzazione e alfabetizzazione per i bambini della Scuola Primaria

Organizzazione

I computer saranno posti in un’aula ove vengono effettuate le normali attività, ad esempio la pittura, la manipolazione, le costruzioni, le creazioni di oggetti, ecc., affinché siano visti dai bambini come un gioco cui possono accedere liberamente e spontaneamente. Non si lascerà, però, il tutto al caso: l’insegnante in qualità di mediatore, attraverso un’attenta programmazione, guiderà i bambini in questa esperienza che permetterà loro di accostarsi al mondo multimediale in forma divertente.

 

Modalità di valutazione

Saranno effettuati diversi tipi di verifica realizzati in itinere attraverso protocolli d’osservazione delle attività e griglie di valutazione degli obiettivi prefissati. Ci sarà quindi un monitoraggio periodico degli atteggiamenti dei bambini nei confronti dei mezzi informatici e dei loro apprendimenti.
Periodicamente lo staff del progetto si incontrerà per valutare l’efficacia del percorso adottato e, qualora ve ne fosse la necessità, per apportare modifiche alle attività progettate. Alla fine dell’anno scolastico il percorso didattico sarà documentato attraverso i lavori svolti, le fotografie e i disegni dei bambini coinvolti. 

Collegamenti con il P.O.F.

A fronte di una sempre maggiore richiesta da parte dell’utenza di introdurre l’informatica fin dai primi anni della scuola di base, il nostro Istituto si è attivato, già dagli scorsi anni scolastici, avviando l’utilizzo delle TIC nella propria progettazione didattica attraverso: la famigliarizzazione informatica e l’alfabetizzazione informatica nelle classi della Scuola Primaria, le realizzazione di laboratori sui linguaggi multimediali nelle Scuola Secondarie di primo e secondo grado (IPSIA).
Le nuove tecnologie sono state, peraltro, inserite nel piano d’aggiornamento del personale docente, al quale sono già stati offerti corsi di formazione per l’uso delle nuove tecnologie informatiche a scopo didattico.
Gli obiettivi che si propone il nostro Istituto con il POF sono di sensibilizzazione e familiarizzazione delle tecnologie informatiche e il progetto KidSmart permetterà ai bambini della Scuola dell’Infanzia di avvicinarsi in forma ludica all’utilizzo di materiali multimediali.

Modalità di Sviluppo temporale del progetto

Prima fase: novembre-dicembre 2005

  • Adeguamento impianto di potenza per l’installazione delle due postazioni multimediali e messa in sicurezza delle stesse.
  • Installazione postazioni presso la Scuola dell’Infanzia di Cascia
  • Incontri gruppo di progetto per la definizione delle modalità organizzative e scelta del software.

Seconda fasegennaio 2005:

  • Avvio formazione dei docenti interessati al progetto.
  • Tuttoraggio delle attività da parte del responsabile del progetto.

Terza fase: gennaio-giugno 2005:

  • Svolgimento attività con i bambini

Al termine di ognuna delle fasi sopra descritte si prevede un monitoraggio degli obiettivi raggiunti, per verificarne il rispetto e/o individuare i fattori che ne hanno rallentato la realizzazione, al fine di effettuare gli opportuni interventi correttivi.

 


Apri il progetto (119 kb)
Relazione finale (77 kb)
 
Per maggiori informazioni: